Magritte sogna ad occhi aperti

Magritte è stato un pittore belga ed è considerato il maggiore esponente del surrealismo in Belgio. Il surrealismo è un movimento culturale (che coinvolge anche letteratura e cinema) il cui fine è quello di conciliare, in modo armonico, sogno e veglia. Nel caso delle opere pittoriche di cui parleremo, possiamo identificare immagini nitide e reali, ma accostate senza alcun nesso logico.

Valori personali
Magritte-Valori personali
Il castello dei Pirenei
Magritte-Il castello dei Pirenei

 

Per realizzare un’opera che avesse le caratteristiche viste sopra, gli artisti potevano utilizzare una tecnica basata sulla casualità, che prevedeva la collaborazione di più persone: la prima inizia disegnando un soggetto a suo piacimento. Il secondo artista, sullo stesso foglio, aggiunge un’ altra figura, scollegata dalla prima, e passa a sua volta il foglio al partecipante successivo e così via.

Ma torniamo a Magritte! Egli dipinge con una tecnica che crea un’illusione onirica, ritenendo il sogno una fonte di ispirazione. Il suo scopo è quello di creare un cortocircuito visivo nello spettatore, attraverso accostamenti inconsueti e deformazioni irreali, creando universi fantastici,  misteriosi ed enigmatici. Un esempio evidente lo troviamo in “Modello rosso”, dove le dita dei piedi diventano, gradualmente, una scarpa.

Modello rosso
Modello rosso

 

Una delle opere più famose (e reinterpretate) di Magritte è sicuramente “Figlio dell’uomo”, dove si vede un uomo con la bombetta, il cui viso è coperto da una mela. Uomo e mela sono due dei soggetti preferiti del nostro pittore sognante e infatti li ritroviamo in numerose altre tele.

Figlio dell'uomo
Figlio dell’uomo
Senza titolo
Senza titolo
Il pellegrino
Il pellegrino
L'uomo con la bombetta
L’uomo con la bombetta
L'alta società
L’alta società

 

Nelle ultime due opere, “L’uomo con la bombetta” e “L’alta società”, troviamo altri due particolari che Magritte amava riprodurre nei suoi quadri: la colomba e le nuvole.

La grande famiglia
La grande famiglia
Il nervo scoperto
Il nervo scoperto
Il falso specchio
Il falso specchio

 

Questi sono solo alcuni degli esempi dei quadri surreali di Magritte; di seguito ne potrete vedere altri e divertirvi con i vostri bimbi a scovare i particolari ripetuti nelle varie opere!

Donatore felice
Donatore felice
La battaglia delle Argonne
La battaglia delle Argonne
La chiave di ghiaccio
La chiave di ghiaccio
Memorie di un viaggio
Memorie di un viaggio
Senza titolo
Senza titolo
Voce del vento
Voce del vento

 

M. è rimasta piuttosto sorpresa dalle opere di Magritte: il fatto che un adulto abbia potuto fare disegni “senza senso” l’ha fatta divertire. Ha adorato “La grande famiglia”, la colomba le è piaciuta molto. Pensavo di fare con lei un disegno seguendo la tecnica di cui ho parlato sopra, ma appena M. ha iniziato a disegnare, ha deciso di fare tutto da sola… Ecco a voi: “Porta multicolore, mela rosa in mezzo al mare con le onde e colomba”.

M. e il surrealismo
M. e il surrealismo

 

Precedente Arte e natura Successivo L'invadenza di Klimt

3 commenti su “Magritte sogna ad occhi aperti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.